Tradate – La Squadra Mobile ha arrestato un uomo di trent’anni di Tradate. Almeno tre i minori dodicenni violentati e filmati
Abusava di ragazzini nella cantina insonorizzata. Ci sono filmini dove un ragazzo compie atti sessuali con l’amante, un coetaneo, davanti a bambini esterefatti. E altre immagini in cui lui, un operaio di 30 anni, compie atti sessuali con bambini, nudi, nella tavernetta che si era ricavato nella cantina; una sorta di tana, insonorizzata, dove aveva il computer e la telecamera digitale. Sono le prove trovare nella memoria del pc che – secondo l’accusa – inchiodano l’uomo arrestato stamattina per violenza sessuale su minori, atti sessuali con minori, produzione e divulgazione di materiale pedopornografico. Mentre l’amico, anche lui 30enne, è indagato.
I crimini sono stati scoperti grazie a un controllo della Polizia postale, un mese fa. Gli agenti si erano accorti che dall’utenza del pc del ragazzo venivano scambiati video pedofili, e avevano ottenuto dalla magistratura un ordine di perquisizione nell’abitazione di Tradate dove il ragazzo, incensurato, vive con i genitori; a loro volta persone considerate senza macchia e frequentatori di una parrocchia.
Proprio il passaparola della gente del quartiere aveva portato in quella casa i bambini che sarebbero poi stati abusati. I genitori dell’arrestato sono infatti conosciuti perché accettano di curare i figli delle famiglie della zona. Ma, stando alle indagini, non si sarebbero accorti di nulla. L’ordinanza di custodia cautelare del gip di Varese è stata eseguita stamattina all’alba, su richiesta del pm, Massimo Politi.
Sono decine i filmati sequestrati, e gli inquirenti non hanno ancora terminato di esaminarli. I primi video con atti osceni sono datati 2000, proprio per questo si attende un vaglio puntuale di tutti i files rintracciati nella memoria del computer, per valutare se in questi otto anni siano stati compiuti altri reati.
La squadra mobile, nella sua indagine, ha finora accertato diversi filmati e, in particolare, riconosciuto tre ragazzini, vittime di attenzioni sgradevoli, che all’epoca avevano meno di 10 anni. I testimoni, oggi adolescenti, sono state sentiti nei giorni scorsi in questura, in presenza di uno psicologo, e hanno confermato le accuse, riferendo di non aver mai detto nulla per timore e vergogna.
Venerdi 13 Giugno 2008 VareseNews.it

La polizia di Varese ha fermato un trentenne incensurato di Tradate Garage-trappola per bimbi, pedofilo arrestato Avrebbe violentato almeno tre minori sotto i 12 anni. Li attirava con giochi, poi abusava sessualmente di loro e filmava tutto STRUMENTIVERSIONE STAMPABILEI PIU’ LETTIINVIA QUESTO ARTICOLO
TRADATE – Trentenne, incensurato, apparentemente un bravo ragazzo della porta accanto. E invece era un pedofilo, calcolatore, organizzato, che aveva predisposto nel garage insonorizzato della sua abitazione una vera e propria trappola per i bambini. Li attirava con giochi, poi abusava sessualmente di loro. E filmava tutto con una videocamera nascosta. L’incubo è finito quanto l’uomo è stato arrestato dalla polizia, dopo una segnalazione.
ALMENO TRE CASI – Il trentenne è accusato di aver abusato di almeno tre bambini, minori di 12 anni. Secondo quanto reso noto dalla Questura di Varese, l’uomo avrebbe avuto l’abitudine di attirare i ragazzini, tutti maschi, in un luogo appositamente insonorizzato. Alla Polizia è però giunta una segnalazione, che ha permesso di ottenere un provvedimento restrittivo.
L’ARRESTO – L’uomo è stato arrestato all’alba di oggi dagli agenti della squadra mobile della Questura di Varese e della sezione Polizia Postale di Varese. Gli agenti hanno anche sequestrato materiale ritenuto interessante per l’indagine.
13 giugno 2008 ViviMilano

 

Annunci