Temporeale

Ammette abusi su bambine e chiede cura
PERUGIA – Ha ammesso davanti al gip di Perugia di avere abusato sessualmente di due sue cugine, di 7 e 11 anni, nonché di una sorellastra, anche questa undicenne, un ecuadoriano di 21 anni arrestato martedì scorso dagli agenti della sezione di polizia giudiziaria presso la procura del capoluogo umbro.

Al giudice il giovane ha chiesto di essere “seguito e curato”. Al termine dell’interrogatorio di garanzia il difensore dell’ecuadoriano, l’avvocato Ubaldo Minelli, ha chiesto per il suo assistito la concessione degli arresti domiciliari in un luogo di cura, indicato nel reparto di psichiatria del policlinico perugino. Il gip si è riservato di decidere.

“Il mio assistito – ha spiegato il legale – ha ammesso la propria responsabilità nei cinque episodi contestati e lo ha fatto con tanta sofferenza e senso di colpa”. Al giudice lo straniero ha detto di non sapersi spiegare la sua attrazione per le bambine. Ha quindi chiesto di essere curato, così come aveva già fatto con lo psicologo della Asl con il quale aveva avuto due colloqui nel corso delle indagini.

L’inchiesta è partita dopo che le madri delle due cugine si erano rivolte a una pediatra avendo appreso dalle figlie degli abusi. Il medico aveva quindi coinvolto l’Asl che a sua volta aveva subito interessato la procura di Perugia.

Annunci